ECUADOR GASTRONOMICO DA 3.860€!

Questo viaggio ruota attorno alla straordinaria biodiversità del Paese, attraverso regioni mozzafiato come le Ande e i loro vulcani, l'Amazzonia e la sua favolosa foresta o la Costa pacifica con le sue spiagge bianche.
Un viaggio sia per gli occhi che per la mente! 
 
 
Giorno 01: Italia ✈ Quito

Partenza dall’Italia con volo di linea per Quito. Accoglienza all'aeroporto con guida in italiano. Trasporto privato con autista locale dall'aeroporto di Quito (all'hotel) e tempo libero per il resto della giornata.

Pernottamento presso l'Hotel Fuente de Piedra I a Quito

Incluso: trasferimento all' arrivo, accoglienza con guida in italiano, camera & colazione 

Giorno 02: Quito

Quito, capitale dell’Ecuador, è un vero e proprio tesoro incastonato tra i vulcani Pichincha, Cayambe e Antisana. Si trova a 2830m slm, il che la rende la seconda capitale più alta del mondo.

Fu la prima città nominata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO nel 1978 e il suo centro storico è il più grande e meglio conservato dell’America Latina. Per avere una buona idea della città, andremo al Panecillo, una collinetta che domina sulla città coronata dalla statua delle Virgen de Quito, che offre una stupenda vista panoramica. Dopodichè compiremo un giro completo per il centro coloniale di Quito: la cattedrale, la chiesa della Compagnia di Gesù, la chiesa di San Francisco e il suo chiostro, e tante altre opere maestre dell’arte barocca. Visiterete il mercato di Santa Clara, mercato tipico di Quito dove si vendono frutta e legumi, carne e pesce. È un’occasione perfetta per incontrarsi con la gente e la vita locale, e pranzerete in loco. L’hornado (maiale cucinato lentamente al forno) è delizioso!!

E ORA, IN ESCLUSIVA, SOLO PER VOI…….PACARI: una degustazione unica di cioccolato nazionale!

Potrete imparare il processo di elaborazione di un cioccolato di altissima qualità. Scoprirete perché l’Ecuador è il miglior produttore di cacao pregiato e apprenderete anche qualcosa sulla storia del cacao nel mondo. Avrete il privilegio di provare 10 cioccolati diversi. Questa marca lavora direttamente con piccoli produttori e assicura una buona retribuzione per il difficile lavoro, al fine di preservare la diversità genetica del cacao in Ecuador e migliorare la qualità della vita di chi lavora per loro. Questa iniziativa è stata riconosciuta e premiata molte volte a livello internazionale per la qualità dei suoi prodotti e per l’impegno sociale.

Cena al ristorante Spezia. Pernottamento presso l'Hotel Fuente de Piedra I a Quito.

Incluso: entrata(e), escursione (privata), guida locale anglofono, cena (senza bevande), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 03: Quito - Quitsato - Otavalo - Lago di Cuicocha - Otavalo

Partirete da Quito in direzione di Otavalo; passerete per una delle aree di coltivazione delle famose rose ecuadoriane e beneficierete di un paesaggio stupendo per i numerosi monti innevati del Nord delle Ande. 

Pranzo nel ristorante Balcon 2 Hemisferios, quasi sulla linea equatoriale.

Parteciperete ad un laboratorio culinario per preparare il menù che degusterete. Durante le 3 o 4 ore, con lo chef e il suo aiutante, avrete l’opportunità in piccoli gruppi di 2 persone di trasformare gli eccellenti ingredienti del suo menù gourmet. (Lun - Gio) Questa mattina visiteremo il famoso mercato indigeno di Otavalo, il più grande delle Ande ecuadoriane. Incrocerete gli indigeni otalaveñi che indossano le tipiche espadrillas e vestono un poncho blu sulle spalle e cappelli di feltro marrone. Questi sono gli indigeni più prosperi dell’Ecuador e abili commercianti.

Visita alla Laguna di Cuicocha, nella Riserva Ecologica “Cotacachi – Cayapas”, dove scoprirete le brillanti acque azzurro chiaro di uno dei laghi d’altura più belli dell’Ecuador. Situata al centro di un cratere vulcanico a 3064m, è il luogo d’incontro per gli amanti della natura grazie alla sua flora estremamente variegata e variopinta, con più di 400 specie registrate.

Pernottamento presso l’Hotel Acoma a Otavalo.

Incluso: pranzo (senza bevande), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 04: Otavalo - Misahualli - Archidona - Misahualli - Ahuano

L’avventura PACARI continua.

Approfitterete di questa mezza giornata per vivere l’avventura della rotta del cacao.

Un’esperienza meravigliosa vi aspetta alla piccola cittadina di Archidona da dove raggiungerete la comunità di Santa Rita e il progetto di Agriturismo di PACARI. Una volta arrivati nella comunità, imparerete di più sull’origine del cacao selezionato dall’organizzazione PACARI, il cioccolato che avete provato qualche giorno prima a Quito. Vedrete così come si produce questo cacao e tutto il processo tecnico necessario per creare il sapore unico del cioccolato PACARI.

Durante una piccola passeggiata nella piantagione, potrete forse incontrare petroglifi (iscrizioni millenarie incise su roccia). Queste sono tracce ancestrali di culture native che vissero in questa zona per migliaia di anni e ora l’area è conosciuta come La Valle Sacra dell’Anaconda. Vi consigliamo di andare in cerca di qualche mazorca (frutto della pianta di cacao) matura per degustare direttamente la polpa che circonda le fave, zuccherina e leggermente acida...

Dopodichè ritorno alla sala principale dove proverete a fare un impasto di cioccolato e una cioccolata calda con lo stesso cacao che avete raccolto la mattina. Scoprirete infine il processo completo di elaborazione del cacao, che consiste nel tostare, pelare e macinare il cacao, che viene successivamente mischiato con panela (zucchero di canna grezzo), ‘ishpingo (cannella americana) e cannella comune. Arrivo al pomeriggio al lodge e potrete fare una prima passeggiata attraverso la foresta. Dopodiché cenerete nel lodge dove passerete la prima notte.

 

Incluso: guida locale spagnola, escursione (privata), cena (senza bevande), guida locale, camera, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 05: Ahuano

Per iniziare la giornata, berrete la guayusa calda per ricaricare le energie.

Dopo colazione, scoprirete una prima tecnica ancestrale, imparando a realizzare un repellente naturale che potrete spalmarvi per proteggervi dagli insetti. Uscirete per una camminata di due ore per cercare piante medicinali nella foresta e per apprendere i loro usi medicinali ancestrali, tramandati di generazione in generazione. Raccoglierete gli ingredienti per preparare una ricetta contro il mal d’aria. Il MAL AIRE rappresenta un disagio fisico, che nelle credenze amazzoniche, era derivato da un malefico incantesimo. Nel pomeriggio, la vostra guida locale vi porterà alla chagra (orto), dove potrete partecipare alla raccolta della yuca e di altri ingredienti. Porterete il vostro raccolto alla cuoca con cui preparerete la cena e vi insegnerà la tipica cucina amazzonica.

Vi verrà insegnato anche come si prepara la chicha, una bevanda tipica ancestrale e tradizionale in tutta l’Amazzonia.

Incluso: camera & colazione, pranzo (senza bevande), cena (senza bevande), guida locale

 

Giorno 06: Ahuano

Questa mattina visiterete l “Amazoonico”, il quale ha come obiettivo recuperare animali selvatici feriti o confiscati per poi cercare di reintrodurli nel loro habitat naturale, un’ottima modo di scoprire alcuni mammiferi molto spesso difficili da trovare nel loro ambiente.

Ritorno al lodge per il pranzo e nel pomeriggio giocherete ai cercatori d’oro lungo il corso del Rio Napo. In seguito, potrete godere di una riva sabbiosa per nuotare e provare il tubing (sport estremo) lungo il fiume.

Incluso: camera & colazione, pranzo (senza bevande), cena (senza bevande), guida locale, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 07: Misahualli - Ahuano - Misahualli - Pailon del Diablo - Riobamba

Dopo colazione usciremo per osservare gli uccelli preistorici (hoaztin) e visita ai bambini della comunità. Successivamente riprenderemo la canoa per ritornare alla macchina. 

Partenza dal lodge e visita a Puyo, dove assisteremo a un laboratorio di sculture di balsa. Andremo poi verso Riobamba attraverso la “via delle Cascate”, che costeggia le gole del fiume Pastaza. Questa strada offre una vista spettacolare sulle gole e per attraversarle.

Arrivo a Baños, città che deve il nome ai numerosi bagni termali presenti. Questo tranquillo paesino è l’ideale per fare due passi. La basilica di “Nostra Signora di Acqua Santa” merita una visita. Proseguiremo il nostro viaggio verso Riobamba, dove pernotteremo.

Farete una sosta al Pailón del Diablo, la cascata più famosa del paese dove potrete scendere fino alla terrazza panoramica che permette di osservarla più da vicino. Questa via offre una vista spettacolare sulla valle e, per attraversarla, utilizzerete una specie di cesta sospesa denominata “tarabita”, così come erano soliti fare gli Incas nella loro epoca, per raggiungere la cascata chiamata “Manto de la Novia”. Pernottamento presso Hosteria Bambu a Riobamba.

Incluso: guida locale, colazione, entrata(e), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 08: Riobamba - Parco Chimborazo - Riobamba - Balbanera & Colta - Guamote

Visita alla riserva naturale Chimborazo.

Avvolto in un paesaggio di “Paramos” (brughiere), con alte piante tipiche di questa regione andina. Sicuramente incontrerete un gruppo di vigogne, che è composto attualmente da ca. 2300 esemplari dopo la reintroduzione in queste zone nel 1990. Arriverete in auto fino al rifugio Carrel a 4800 m. Dopodichè potrete avvicinarvi (opzionale, potete rimanere ad altezza rifugio se pensate di non avere la condizione fisica) alla cima più alta dell’Ecuador, 6310 m, arrivando fino al rifugio Whymper a 5100m. Sarete prossimi ai ghiacciai e come mai prima d’ora vicini al sole grazie alla curvatura terrestre in Ecuador, inoltre la cima del Chimborazo è il punto più lontano dal centro della terra.

Pranzerete in un ristorante comunitario con menu a base di carne di lama, situato vicino al museo del lama. Questo progetto, che fa parte di un turismo comunitario, ha permesso di aumentare i redditi di parecchie famiglie.

Simpatica pausa al museo del Lama, che presenta la relazione tra le popolazioni andine e il lama, l'allevamento, i suoi utilizzi medicinali.... Saprete infine la differenza tra un lama, un alpaca, una vigogna ed un guanaco.

Rotta verso il villaggino di Guamote. Lungo il cammino passerete per la laguna di Colta prima di arrivare alla chiesa di Balbanera, prima chiesa costruita in Ecuador nel 1534. Pernottamento presso comunità Inti Sisa a Guamote. Sulle alture delle Ande all’ombra del Chimborazo, tra la zona costiera e la selva tropicale, nella piccola cittadina di Guamote, si trova Inti Sisa con il suo centro di formazione per tutti i gruppi della popolazione (giovani, indigeni, meticci, …). Inti Sisa è una parola kichwa: “Inti” significa Sole e “Sisa” è un fiore, da lì il fiore del sole, il Girasole.

Parteciperete ad un corso di cucina tradizionale della regione. Potrete utilizzare le vostre mani per preparare un piatto tipico delle Ande dopo aver scoperto quali sono i prodotti locali della zona facendo spesa al mercato. Dopodiché otrete gustare la vostra creazione (circa 1 ore).

Incluso: guida locale, entrata(e), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 09: Guamote - Alausi - Nariz del Diablo - Alausi - Ingapirca - Cuenca

Dal bel paesino di Guamote scenderete lungo la Panamericana che si snoda attraverso le Ande e che vi offrirà stupendi paesaggi e una vista incredibile di montagne come il Sangay o il Chimborazo. Prenderemo il treno alla stazione di Alausi fino a Sibambe. Il susseguirsi dei paesaggi andini fa sì che il viaggio valga la pena: alte pianure, boschi, paesini, profondi burroni, abitanti durante le faccende quotidiane. Passeremo per la “Nariz del Diablo”. Ritorno ad Alausi per riprendere la macchina. Ritorno per dirigersi verso Ingapirca. Arrivo e visita a Ingapirca, o “muro degli Incas”, il sito archeologico più famoso dell’Ecuador dove la pietra è densa di storia e leggende. Questa fortezza fu costruita dall’Inca Huayna Capac nel XV secolo. Potrete apprezzare il raffinato lavoro in pietra e le caratteristiche nicchie e porte di forma trapezoidale. Questo complesso costituiva probabilmente un luogo di riposo lungo la via reale Inca da Quito a Cuenca. La popolazione locale vi vede anche la forma di un puma.

Dunque una volta arrivati al cuore dell’animale, prenderemo un sentiero che ci porterà a Inganahui, il volto dell’Inca che le piogge e i venti hanno scolpito nella roccia, senza dubbio ispirati dalle forze Incas. Chi desidera può visitare il museo “La Condamine” che si trova sul posto. Trasferimento a Cuenca. Il sinuoso cammino attraverso le Ande vi offrirà viste magnifiche sugli ultimi vulcani del sud dell'Ecuador.

Cena al ristorante El Mercado. Pernottamento presso Hotel Cuenca.

Incluso: biglietto del treno, entrata(e), cena (senza bevande), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 10: Cuenca

Considerata la più bella del Paese, la città di Cuenca (2.550 m) possiede un incanto ineguagliabile. La terza città più grande dell’Ecuador, proclamata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO nel 1999, vi offre fantastiche possibilità per ammirare la grandiosa architettura coloniale e repubblicana. Per impregnarci dei caldi colori che ricoprono la città, passeggeremo per le stradine acciottolate circondate da case bianche con tetti di tegole rosse e balconi di ferro battuto stracolmi di fiori. Cuenca è unica anche per i tesori dell’arte coloniale che contiene nel cuore delle sue chiese e conventi dei secoli XVII e XVIII. Potremo scoprire la cattedrale, il panorama dalla terrazza “El Turi”, le piazze fiorite e il mercato coperto che ci servirà per addentrarci un po’ di più nella vita locale. Farete visita alla famiglia Paredes Roldan, stabilitasi a Cuenca da più di 60 anni per la fabbricazione dei rinomati cappelli Panamà. A fianco del negozio, visiteremo il Museo del Cappello, dove potrete osservare le varie fasi di fabbricazione di questi capolavori famosi in tutto il mondo.

Pranzo al gran mercato 10 de Agosto di Cuenca per provare cibi tipici ed autentici.

Visita al museo delle Culture Aborigene. Questo museo è privato e presenta la miglior collezione archeologica della città. Troverete gioielli e ornamenti personali di enorme valore creati con conchiglie e metalli preziosi. Visita al Museo del Banco Central. Questo museo si trova vicino alle “Ruinas de Todos los Santos”, dove si possono osservare tanto opere dell’arte coloniale quanto vecchie fotografie di Cuenca. Questo museo ereditò la collezione di ceramiche pre-inca appartenenti al sacerdote salesiano Crespi, deceduto negli anni ’80. Questo è inoltre l’unico museo a possedere una collezione di teste ridotte dette “tzanzas”, degli indigeni Shuar dell’Amazzonia. Proprio alle spalle del museo del Banco Central si trova il Parco Archeologico Pumapungo. Potrete camminare tra le vestigia dell’antico insediamento Inca Tomebamba, il quale fu distrutto dai conquistadores spagnoli per costruire Cuenca. Cena al ristorante Villa Rosa. Pernottamento presso Hotel Cuenca.

Consigli di visita:

Godetevi un momento di relax totale nelle terme Piedra de Agua. Avrete a disposizione le piscine termali, interne ed esterne, docce di pioggia così come i bagni di vapore. Se lo desiderate potrete prenotare in loco un massaggio o avere accesso alle piscine di fango vulcanico blu o rosso.

Incluso: pranzo (senza bevande), entrata(e), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 11: Cuenca - Parco Cajas - Guayaquil

Partenza con destinazione Ovest per salire fino al parco di Cajas, dove potrete godere di stupende viste alle lagune di questo complesso naturale. Il Parco Nazionale Cajas si trova nella Cordigliera Occidentale al sud delle Ande ecuadoriane, a 35 km da Cuenca.

La sua altitudine varia tra i 3156 e i 4450 m e ha una superficie di 288 km2, incluso un insieme di 235 laghi di orginie glaciale, connessi tra loro da piccoli fiumi e torrenti. Il parco ospita siti archeologici, tra i quali diverse sezioni del Qapaq Ñan, la strada reale Inca, che unisce la costa e la sierra con le sue alte brughiere, permettendo il commercio della corteccia di Spondylus, oggetto di grande valore per l’epoca. Farete una camminata con una guida locale (scelta del sentiero in loco a seconda del livello e durata).

Rotta verso Guayaquil, capitale economica e città più grande dell’Ecuador. Durante il percorso di circa 4 ore, dopo una lunga discesa dalle montagne, arriverete alle fertili pianure dove le coltivazioni di banani e ortaggi si estendono a perdita d’occhio.

Non esiste un itinerario specifico, però si può incominciare dalla cattedrale neo-gotica e dal vicino Parco Bolivar, la cui attrazione principale sono le centinaia di iguane verdi, in certi casi di oltre un metro, che circolano liberamente. A seguire, si può ritornare alla passeggiata del Malecón sulla riva del fiume, assai popolare tra i residenti e i turisti, per arrivare al pittoresco quartiere di Las Peñas e salire i 444 gradini sulle pendici del Cerro Santa Ana fino alla torre di guardia.

Pernottamento presso Hotel Continental a Guayaquil.

Incluso: guida locale ispanofono, escursione (privata), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 12: Guayaquil - Puerto Lopez - Salango - Spiaggia di "Los Frailes" - Puerto Lopez

Faremo una sosta nel museo archeologico di Salango, il quale mostra la nascita e lo sviluppo della cultura più antica dell’Ecuador, la mostra è divisa in tre settori distinti, ciascuno dei quali si presenta con importanti opere incontrate in loco, fotografie, mappe, ricostruzioni e spiegazioni dettagliate. La meta è la spiaggia de “Los Frailes” a 12 km da Puerto Lopez nel Parco Nazionale Machalilla, l’area protetta più grande della costa. Si caratterizza per la presenza di un bosco con clima secco tropicale che anticamente copriva la maggior parte della costa del Pacifico, il quale purtroppo attualmente è quasi interamente scomparso. Nel 1998, vi erano 150 specie endemiche in questa zona. Faremo una passeggiata di un’ora nel parco attraverso il bosco secco prima di arrivare alla spiaggia de “Los Frailes”, una delle più belle dell’Ecuador. Godrete di un po’ di relax in spiaggia e potrete sperimentare la sensazione di farvi un bagno in questo piccolo angolo di paradiso. Pernottamento presso Hosteria Nantu a Puerto Lopez.

Incluso: entrata(e), camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in Italiano

Giorno 13: Isla de la Plata - Puerto Lopez

La nostra barca ci aspetta al porto per dirigerci all’Isla de la Plata, parte del Parco Nazionale Machalilla, situata a 17 miglia dalla costa (circa 1:30 h di navigazione). L’isola deve il suo nome al famoso pirata Sir Francis Drake, capitano inglese che avrebbe nascosto su quest’isola il bottino frutto di un attacco ad un galeone spagnolo. Tuttavia il nome potrebbe essere derivato anche dall’enorme quantità di guano dai riflessi dorati che ha dato all’isola il soprannome di “isola del denaro”. Ogni anno tra giugno e settembre le megattere si ricongiungono in questa zona durante la riproduzione e offrono una visione indimenticabile. Potrete anche incontrare delfini solcando le onde quasi attaccati alla nostra imbarcazione. Soprannominata la “Piccola Galapagos”, faremo una passeggiata di circa 3 ore in un sorprendente paesaggio di foresta tropicale secca, che vi darà la possibilità di osservare numerose colonie di uccelli (albatros dalle zampe blu e cuculi zampa rossa, fregate, pellicani…) così come una piccola colonia di leoni marini. Ritorneremo alla barca per il picnic prima dello snorkeling nella più grande barriera corallina d’Ecuador, che essendo zona protetta dispone di una fauna sottomarina ricca e variegata.

Pernottamento presso Hosteria Nantu a Puerto Lopez.

Incluso: guida locale, biglietto navale, box lunch, camera & colazione, trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 14: Guayaquil ✈ Italia

Tempo libero a Puerto Lopez per poter beneficiare della spiaggia e di questa popolazione di pescatori, prima del trasferimento all'aeroporto di Guayaquil per il volo di ritorno. Pasti e pernottamento a bordo.

Incluso: trasporto privato, spesa della guida, guida autista in italiano

Giorno 15: Arrivo In Italia

Arrivo in Italia

Maggiori Info

 

QUOTA PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA:

  • 2/3 PERSONE:  3.860 EURO
  • 4/5 PERSONE:  2.890 EURO

 

VALIDITA’ DELLE TARIFFE:  Le nostre tariffe sono valide dal 01 Gennaio al 31 Dicembre 2019. Queste tariffe possono subire modifiche per il periodo delle feste di Capodanno, Natale, Carnevale, Pasqua e giorni festivi.

 

Cambio applicato relativo ai servizi a terra: 1 euro = 1,16 usd

 

QUOTA DI ISCRIZIONE:  40 EURO

Comprensiva di invio documentazione viaggio via mail, assicurazione medico bagaglio

 

LA QUOTA COMPRENDE:

Hotel, servizi e visite come da programma

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Voli: a seconda della data di partenza i voli verranno quotati al momento e la tariffa piu’ conveniente verrà calcolata a seconda della disponibilità

 

Share

Contatti: Email - info@tuttaltromondo.com - Tel. 337 1192292 oppure 337 1192294