Cochabamba

Las golondrinas nunca migran de Cochabamba" ossia “le rondini non vanno mai via da Cochabamba”…infatti è anche chiamata la città dell’eterna primavera. Oltre che in aereo, si raggiunge Cochabamba sia da La Paz che da Sucre e da Santa Cruz, da cui è quasi equidistante, in bus o in auto. Da vedere la Cattedrale di San Sebastiano, le centralissime piazze di Colon e 14 Septiembre, il variopinto ed enorme mercato della Cancha, ma sicuramente il suo simbolo, forse un po’ ingombrante, è la statua del Cristo de la Concordia, talmente grande da superare anche il Cristo Redentore a Rio de Janeiro…è bello visitarla perché è posizionata sul  Cerro de San Pedro, a cui si accede da una scala (ma sono “solo” 1.399 gradini..) o in funivia, e da cui si ammira la bellissima valle di Cochabamba. Anche se non molto centrale, bellissimo è il Palazzo Portales. Per chi ha più tempo ed è amante del trekking, in giornata si può raggiungere il Cerro Tunari, mentre chi ha la passione della paleontologia può raggiungere il Parco Nazionale Torotoro. Però attenzione: ci sono circa 8 ore di 4x4 su una strada non proprio agevole per ammirare grotte carsiche, cascate e pitture rupestri, oltre che il famoso sentiero dei dinosauri, dove sono presenti più di 2.500 impronte di dinosauro risalenti al periodo cretaceo. 

Personalizza

Contattaci per personalizzare il tuo viaggio

Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto il trattamento dei dati personali
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.

Iscriviti alla newsletter

Non perderti tutte le nostre ultime offerte.
Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato!
Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.